Quaresima di Carità 2015 a favore del Fondo di solidarietà delle Chiese Umbre

Home / Quaresima di Carità 2015 a favore del Fondo di solidarietà delle Chiese Umbre

Quaresima di Carità 2015 a favore del Fondo di solidarietà delle Chiese Umbre

13/03/2015

«Di fronte alle difficoltà economiche che stanno colpendo le famiglie... I Pastori della Chiesa Umbra chiedono ai Cristiani della nostra regione, e a tutte le persone di buona volontà, di riprendere l'antica tradizione della decima»

In tutte le otto Diocesi dell'Umbria la "Quaresima di Carità" sarà dedicata alle famiglie in difficoltà a causa della perdita del lavoro. Le Caritas diocesane organizzano a livello territoriale, con il coinvolgimento soprattutto delle comunità parrocchiali, la "Quinta raccolta di offerte" a favore del "Fondo di Solidarietà" delle Chiese umbre che si terrà domenica 15 marzo.

Quest'iniziativa di alto valore anche pedagogico, che in cinque anni ha aiutato in Umbria oltre 2.300 nuclei familiari con più di 3milioni320mila euro frutto delle raccolte svoltesi dal 2009 ad oggi, è riuscita a sensibilizzare e a mobilitare numerose persone (tra cui tantissimi bambini e ragazzi), comunità parrocchiali e religiose, diverse realtà imprenditoriali, alcuni istituti di credito ed in particolare le Fondazioni Casse di Risparmio dell'Umbria. Non è mancato al "Fondo di Solidarietà" il sostegno e l'apprezzamento della Regione Umbria.

Si può contribuire alla grande colletta della Quaresima sia con l'offerta durante le celebrazioni di domenica 15 marzo, sia mediante bonifico bancario sul c/c intestato a Regione Ecclesiastica Umbria «Fondo di Solidarietà delle Chiese Umbre» presso: Casse dell'Umbria S.p.A. Agenzia Via Martiri dei Lager, 74 - Perugia - IBAN: IT 18F 06315 03000 000000081040; assegno intestato a: Regione Ecclesiastica Umbria - «Fondo di Solidarietà delle Chiese Umbre», spedito a: Segreteria Generale - «Fondo di Solidarietà delle Chiese Umbre» c/o Curia Arcivescovile Spoleto - Norcia, Via Aurelio Saffi, 13 - 06049 Spoleto, versando l'offerta alla tua Caritas Diocesana, specificando come causali «Fondo di Solidarietà delle Chiese Umbre».  L'offerta può essere dedotta dal reddito d'Impresa secondo quanto previsto dalle vigenti normative in materia.


Archivio