Home / "il Mare d'Inverno" - Sabato 13 dicembre ad Amelia e Venerdì 19 a Terni

"il Mare d'Inverno" - Sabato 13 dicembre ad Amelia e Venerdì 19 a Terni

11/12/2014

Il mare d'inverno non è più lo stesso.

Per anni con Maree, la rassegna di culture tradizionali dall'Italia e dal mondo, abbiamo cercato di mettere il naso sulla battigia per vedere cosa portava il mare. Uomini e donne, musiche e cibi, danze e istanze, idee belle e preoccupazioni. Da un po' di tempo affacciarsi sul bagnasciuga del mare nostrum è diventato cosa terribile.  Abbiamo scoperto un mare monstrum. Un mare di cui vergognarsi e basta. Un mare, però, di cui occuparsi. La nostra ipotesi è quella di arrivare ad una nuova versione, una release 2.0, per trasformare, insieme a diversi compagni di viaggio, il contenitore di “Maree” in un festival dell'antropologia, un festival dell'etnologia applicata (il primo in Italia) sulla scia del festival filosofia e del festival letteratura. Uno strumento divulgativo rivolto al "pensiero" ma pure al "fare".  Per questo motivo oggi mettiamo in piedi un cartello di iniziative che vogliono essere uno strumento per costruire comunità, una per ogni città in cui siamo impegnati con i progetti SPRAR: Amelia, Narni, Terni, Stroncone, Ferentillo, Spoleto. Nel confronto con l'altro l'antropologia ci aiuta ad essere viaggiatori consapevoli. Grazie a questo approccio abbiamo toccato con mano alcuni temi su cui le "relazioni nuove" entrano in conflitto, creano crisi e al tempo stesso nuova consapevolezza. Sono i luoghi di un linguaggio universale e assolutamente parziale: il CIBO, la LINGUA, la SPIRITUALITA', la MEDICINA, i GENERI (maschile/femminile), ed in fine il nodo LAVORO/SOLDI/RICCHEZZA. Sei temi per sei città, sei temi da approfondire e da vivere. Nuovi e vecchi cittadini insieme.

Iniziamo con “il Mare d’Inverno”: seminari, degustazioni e spettacoli che si svolgeranno tra Amelia e Terni.

Il primo appuntamento è per Sabato 13 dicembre ad Amelia, al Teatro Sociale, con un incontro sul tema: "I minori e le guerre, dalla Prima Guerra Mondiale ai conflitti in Africa oggi", seguito da una degustazione di cibi dal mondo e dal Concerto “il fronte delle donne” di Lucilla Galeazzi, spettacolo che parla dell’”altro fronte” quello delle donne durante la prima guerra mondiale.

Venerdì 19 a Terni, al Caos, alle 17 parleremo di immigrati e imprenditoria, mettendo in risalto le buone pratiche presenti nel territorio; seguirà una degustazione su pane e cibi dal mondo “il lavoro da lievitare”, un primo incontro per far partire dal 2015 un laboratorio sui pani nel mondo da Terni, città dell’acciaio e del pane. Chiuderà la serata il concerto del gruppo “Piccola Banda Ikona” che proporrà un viaggio nella memoria per riscoprire le tante musiche che hanno raccontato le sofferenze e le passioni dei popoli mediterranei. 


Archivio